Le Razze nel mondo di D&D

Breve introduzione dedicata alle razze esistenti in D&D, utilizzabili nel sistema di gioco di LiT

Uno degli aspetti più importanti nella creazione di un personaggio è certamente la razza di appartenenza.

Ciascuna razza è in possesso di propri attributi culturali, abilità, vantaggi e svantaggi e dunque scegliere una determinata razza significa definire per il personaggio alcune caratteristiche permanenti.

L'elenco che segue espone le razze in uso nell'ambientazione di gioco standard di D&D, ma prima di sceglierne una si consigliano i giocatori di discuterne con il proprio Master. Nel mondo di Lux in Tenebra, infatti, ci sono parecchie limitazioni all'uso di alcune razze a causa di un'impostazione più spiccatamente storico-medievale.

NOTA: Benché il forum di Lux in Tenebra per l'ambientazione delle proprie campagne di gioco utilizzi un mondo fantasy originale ideato e sviluppato dai membri della comunità, per il meccanismo di gioco si affida alle regole ampiamente sperimentate e conosciute di D&D. Il sistema di gioco richiede l'utilizzo dei Manuali base di D&D ed. 3.5, editi in Italia dalla Twenty Five Edition S.r.l. su licenza della Wizard of the Coast Inc. Lux in Tenebra utilizza le regole di gioco in accordo con il d20 System e l'Open Game License, il cui testo integrale è riportato QUI.


UMANI
Sono la razza più varia per aspetto, carattere, allineamento, cultura e zone di diffusione. Hanno una vita estremamente breve e quindi sono spesso indotti a viaggiare, incontrare popoli e conoscere usi e costumi. Sono ottimi mercanti e diplomatici, caratteristica dovuta alla loro abilità nell?instaurare rapporti con qualsiasi razza. Sono spesso accusati di essere poco legati alle tradizioni e alla famiglia poiché la loro breve vita li porta ad avere una memoria molto meno estesa rispetto a quella delle altre razze: tuttavia queste loro peculiarità li rendono più rapidi ad apprendere talenti e abilità speciali. Sentono un forte desiderio di potere e di conquistare terre e conoscenza, ma allo stesso tempo sanno essere leali, valorosi e ottimi amici; infatti si possono trovare umani sia tra gli esseri più malvagi e spregevoli che tra gli esseri più buoni e sentimentali. Il loro sentimento verso la religione è solitamente meno sentito rispetto agli altri, anche se le eccezioni esistono sempre. La loro lingua, il "comune", è utilizzata da tutte le razze come linguaggio universale.

ELFI
Aggraziati, amanti dell'arte e della natura, gli elfi sono poco robusti ma decisamente più agili della media. Hanno una vita molto longeva e questa loro caratteristica influenza il loro modo di vedere, di pensare e di agire. Sono grandi artisti e amano le cose semplici e naturali. Sono grandi protettori della natura e dei boschi. La loro lunga età detta la loro memoria, quindi sanno escludere dal proprio interesse gli eventi considerati poco rilevanti e sanno progettare un piano o raggiungere uno scopo con incredibile pazienza, lasciando che il tempo giudichi una cosa, una persona o un fatto. Tendono a considerare, a volte anche solo inconsciamente, la loro razza come la migliore di tutte e quella meno esposta a vizi e difetti. Sono tremendamente individualisti e allo stesso tempo rispettano l'individualità altrui, per questo la tendenza comune è verso il caos. Sono generalmente poco più bassi di un umano, privi di peli e con le orecchie a punta. Il loro linguaggio è l'elfico, considerato artistico sia nella pronuncia che nello stile di scrittura.

MEZZELFI
Questa razza è il più comune incrocio tra altre due razze "pure". Gli umani sono attratti dalla grazia e bellezza elfica, mentre gli elfi, seppur più raramente, sono attratti dall'energia e dalla creatività umana. Un'unione tra loro porta quindi ad un figlio mezzelfo. Visto come un elfo dagli umani e come un umano dagli elfi, il mezzelfo spesso cerca durante la sua vita un luogo dove possa davvero sentirsi a suo agio. A suo modo di vedere le cose, un umano è troppo irruento e rozzo, mentre un elfo è troppo distaccato e superiore. Durante la loro giovane età sono più frequentemente addestrati tra gli umani, poiché capita che i mezzelfi vengano considerati impuri dagli elfi, tuttavia le eccezioni esistono e non sono così rare. Un mezzelfo allevato tra gli elfi raggiunge la maturità intorno ai 20 anni, decisamente in anticipo rispetto agli elfi.

NANI
I nani sono di taglia medio piccola e robusta, con ottima costituzione. Sono molto orgogliosi della loro natura, amano darsi a grandissime bevute di birra, di cui vanno veramente pazzi, e di liquori molto forti. Vivere in contatto con la roccia e la terra è fondante nella loro cultura, per questo costruiscono spesso le loro città nel sottosuolo contribuendo a creare veri e propri sotterranei meravigliosi per ingegneria e maestosità. Litigano frequentemente con le razze invece inclini a scherzi e goliardia, avendo un?indole opposta, tra cui soprattutto gli elfi che i nani considerano troppo volubili, altezzosi e privi di tenacia. Sono molto amici degli gnomi, con i quali condividono la passione nel costruire case sottoterra. Sono attratti dai minerali e da tutti gli oggetti metallici in generale. Lavorano pietre preziose e ferro con precisione e accuratezza invidiabili, tanto da diventare spesso proprietari di forge e armerie in territori anche umani. Sono tendenzialmente di natura legale poiché il loro senso della giustizia è molto sentito e raramente dimenticano un torto subito. La loro pelle è leggermente più scura di quelli degli umani,e sono legati alla loro barba e ai loro capelli, che trattano con semplicità e allo stesso tempo con estrema cura, perché una barba lunga è l?orgoglio di un buon nano. Possono raggiungere anche i 400 anni di età e i maschi sono più robusti delle femmine. Conoscono il comune e il nanico, un linguaggio particolare per rune e modo di parlare, simile forse solamente al linguaggio gnomesco. Generalmente sono abili guerrieri ma anche devoti sacerdoti, mentre sono decisamente diffidenti alla magia, vista come un qualcosa di indefinito, poco consistente e quindi pericoloso.

HALFLING
Gli halfing sono piccoli esseri che compensano la loro statura con una straordinaria rapidità di risorse e di ingegno. Sono in pochi a poter prevedere cosa stia pensando di fare un halfing, che è dotato di un eccezionale spirito avventuriero e di un coraggio che lo porta ad affrontare situazioni di fronte alle quali molte persone più alte e grosse scapperebbero. Infatti generalmente gli halfing sono molto coraggiosi e curiosi, a tal punto da andarsi a cercare i problemi volutamente. Sono dotati di grande intelligenza, sono svegli e attivi e trovano spazio in qualsiasi comunità, in particolare quella degli umani la cui limitata età massima permette ad un halfling di essere conosciuto in brevissimo tempo. Sono incredibilmente attratti dai piaceri materiali, di qualunque genere siano: da una fumata del miglior tabacco, ad un vestito di seta oppure ad una abbuffata di cibo di rara prelibatezza. Solitamente non vivono in villaggi propri, preferendo decisamente costituire piccoli e ristretti clan all?interno di altre comunità, generalmente umane, per poi magari spostarsi da una città all?altra alla ricerca della situazione più favorevole a loro. La loro lingua razziale è l?halfling, che usa come scrittura le rune umane, e vi sono pochi testi halfling, ma al contrario ha una tradizione orale molto importante. Gli halfling sono piccoli, agili e veloci sia nel movimento che nel pensiero, e questo rende loro degli ottimi ladri.

GNOMI
Gli gnomi sono creature piccolissime: raramente infatti superano il metro di altezza e i 25 kg di peso. Umoristi e vivaci, hanno una particolare propensione allo scherzo e alla ilarità che esso produce. A volte questa caratteristica li rende imprudenti verso persone che magari non accettano tutto con un sorriso. Tuttavia è la loro curiosità che li porta a frequenti giochi, poiché hanno uno spiccato desiderio di conoscere e apprendere con l?esperienza personale. Sanno affascinarsi sia di fronte a un grande meccanismo sia di fronte a uno scherzo di buon gusto, poiché per loro l?importante è l?ingegno con cui si crea un meccanismo o anche solo una situazione. Come linguaggio usano lo gnomesco, che come stile di scrittura usa le rune naniche. I trattati gnomeschi sulla tecnica in generale sono molto considerati per precisione e profondità degli argomenti trattati. Gli gnomi sono spesso abili maghi ed in particolare illusionisti, scuola magica che hanno nel sangue dalla nascita. Sono tremendamente efficaci contro creature giganti, infatti vengono fin da piccoli addestrati alle tecniche apprese da generazioni passate e da lotte continue contro esseri alti.

MEZZORCHI
Nei territori di confine, dove molto spesso la guerra incombe oppure sono necessari continui scambi commerciali, una relazione, buona o malvagia che sia, tra umani e orchi esiste. Sono in queste situazioni, in territori dove il combattimento e la forza bruta sono le principali qualità, che possono nascere figli mezzorchi. Le creature che nascono da queste anormale relazione sono decisamente tenaci, violente e rozze. Per loro la forza bruta è l'unico modo di comunicare e mostrare il proprio valore non è uno stimolo, ma un?esigenza. Non amano parlare molto e non sono le creature più adatte da intrecciare un discorso filosofico o progettare un piano ingegnoso. Meglio agire, e quando intendono agire vogliono dire combattere. Sono incredibilmente irascibili per questioni apparentemente insignificanti. Inoltre può emergere spesso il completo atteggiamento ostile degli orchi verso nani, elfi e gnomi. Tuttavia i mezzorchi che decidono di vivere tra gli umani devono saper gestire con cura e tenacia il proprio carattere per poter sopravvivere. Generalmente sono alti come gli umani e leggermente più grossi e muscolosi. Hanno una pelle olivastra e i canini inferiori sono molto più grossi rispetto al normale. Conservano le cicatrici come veri e propri trofei di guerra, considerate anche strumenti di abbellimento. Sono analfabeti, come del resto lo sono anche gli orchi, che non posseggono un linguaggio scritto. Cercano solitamente ingaggi dove possano esercitare senza scrupoli il loro desiderio barbarico di combattere.

Elaborazione testo: BARAN

Privacy and cookies law
Privacy and cookies law